referendum Archive

0

Report incontro Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua

2si acqua pubblicaReport incontro Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua
e Segreteria Pres. Comm. Ambiente Camera

Oggi si è svolto l’incontro tra Antonio Vizzaccaro, segretario particolare del Presidente della Commisione Ambiente della Camera On. A. Alessandri, e una delegazione del Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua composta da Luca Faenzi, Corrado Oddi, Claudio Giambelli e Paolo Carsetti.
Il Presidente Alessandri non ci ha ricevuti così come invece era stato concordato poichè la seduta della Commissione, inizialmente prevista per le 15.00, è stata anticipata. Di conseguneza ci ha ricevuto il suo segretario paricolare A. Vizzaccaro.
Vizzazzaro ci ha confermato che la calendarizzazione del 07 luglio comporterà esclusivamente l’abbinamento della legge d’iniziativa popolare con le altre proposte di legge presenti in Commissione in materia di servizio idrico integrato (ad oggi depositate sono tre, rispettivamente a firma di IdV, PD e PdL) per cui successivamente la loro discussione procederà in parallelo. Anche la Lega sta lavorando ad un testo di legge sul SII che verrà depositato in Commissione nel prossimo futuro.

Inoltre ci è stato assicurato che verranno effettuate tutte le audizioni delle realtà sociali, imprenditoriali, istituzionali coinvolte, compreso il Forum italiano dei Movimenti per l’Acqua a cui ci è stato garantito che verrà assicurato un “trattamento” adeguato rispetto al fatto che è il promotore della legge e tra i promotori dei referendum. A riguardo abbiamo avanzato richiesta che ci fosse per il Forum un “diritto di tribuna” per tutte le sedute riguardanti la discussione della legge. A tale richiesta è stato risposto che non essendo previsto dai regolamenti delle Commissioni non sarà possibile ottenerlo ma che si troveranno altri modi per far si che il Forum possa essere aggiornato in modo continuo e per tempo dell’evoluzione della discussione.

Vizzaccaro ci ha anche confermato che il Presidente Alessandri si è preso l’incarico di essere relatore della legge d’iniziativa popolare poichè a seguito del risultato referendario è sua intenzione che il dibattito per una nuova legge riparta dalla Commissione Ambiente e dunque da tutte le leggi ivi depositate in materia.
In via informale ci è stato anche comunicato che la posizione della Lega è critica rispetto al progetto di legge del PD. A ciò abbiamo risposto che ci attendiamo una loro proposta di legge molto vicina alla nostra e ai principi ispiratori dei referendum.

Al fine di mantenere uno stretto aggiornamento con i lavori della Commissione e per avere un confronto diretto con il Presidente Alessandri abbiamo fatto richiesta di svolgere un nuovo incontro per la fine della prossima settimana. La data verrà definita non prima di martedì o mercoledì prossimo.

Segreteria Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua

0

Nocera contro la privatizzazione

Acqua pubblicaCOMUNICATO RETE CITTADINA CONTRO LA PRIVATIZZAZIONE DELL’ACQUA – Nocera Inferiore

REFERENDUM 2011: AVVISO DI SFRATTO ALLA GORI

Il referendum del 12/13 giugno ha segnato uno spartiacque fondamentale nella storia delle nostre comunità, proponendo il tema dei beni comuni (acqua, energia, trasporti e altri) come centrale per la costruzione di un diverso modo di concepire società e politica nei prossimi decenni.

Non meno importante è la notazione che questa vittoria referendaria è stata ottenuta avendo tutti contro: stampa e tv nazionali, partiti politici (a parte piccole e rare eccezioni), lobbies economiche e finaziarie. È stata una vittoria ottenuta dal basso, attraverso il lavoro di centinaia di comitati che hanno lavorato sui territori per molti anni e che hanno saputo parlare alle persone del loro futuro e della necessità di riappropriarsi di uno spazio pubblico, che è il cardine della democrazia, intercettando e condividendo passione civica e desiderio di una nuova stagione, fuori dagli schemi e dalle gabbie del secolo passato.

 

In questo quadro assume rilevanza il dato di Nocera Inferiore che ha visto un’ affluenza alle urne del 66% degli aventi diritto.

Un dato che pone la nostra città (insieme ad altre città dell’agro quali Roccapiemonte, Siano e Nocera Superiore) fra le prime dell’intera Campania, in termini di partecipazione al voto, con un dato che attesta i sì per i referendum sull’acqua al 98%. È un risultato straordinario, che è anche (ma non solo) frutto del lavoro intenso che la rete cittadina contro la privatizzazione dell’acqua ha svolto in questi anni fin dal lontano 2003, un lavoro che ha visto la nostra comunità crescere negli anni in consapevolezza rispetto al tema dei beni comuni.

 

Un dato incontestabile che emerge dal risultato referendario è la sonora bocciatura da parte dei cittadini delle scelte delle precedenti amministrazioni nocerine(sindaci Di Vito e  poi Romano, insieme ai rispettivi consigli comunali) che hanno permesso la privatizzazione del servizio idrico nel nostro territorio. Non possiamo non ricordare la vergognosa delibera di Consiglio Comunale del 28/11/2008, votata all’unanimità (con un solo astenuto), una delibera che ha permesso il passaggio della gestione del servizio idrico di Nocera alla GORI SpA, svendendo anni di lotta dei cittadini per qualche posto di potere. Oggi questi signori e il loro operato sono stati definitivamente bocciati.

 

Gli amministratori dei nostri territori dovranno tenere conto di tutto questo e ci auguriamo che rompano definitivamente con le connivenze di potere del passato e assumano fino in fondo l’indicazione data dai cittadini:

 

  • VIA LA GORI
  • RIPUBBLICIZZAZIONE DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO
  • PARTECIPAZIONE POPOLARE NELLE SCELTE DI GESTIONE

 

Ci auguriamo che tali obiettivi non diventino solo degli slogan, ma che si evidenzino in atti concreti (politici, amministrativi e legali) da proporre e portare avanti in tutte le sedi deputate, in primis all’interno dell’assemblea dei sindaci dell’ambito ATO3.

Da parte nostra continueremo nel lavoro che abbiamo svolto in questi anni, dal basso, per la costruzione di una nuova e diversa idea di società e democrazia a partire proprio dalla ripubblicizzazione del servizio idrico.

 

Rete cittadina contro la privatizzazione dell’acqua – Nocera Inferiore

0

Riunione comitati referendari a Roma

Acqua pubblicadopo ampia consultazione si è giunti a definire la città di Roma come sede di svolgimento dell’assembela nazionale del 2 e 3 luglio prossimi. A breve invieremo i dettagli del luogo in cui si terrà.
Di seguito una proposta di scaletta della due giorni:

Sabato 2 luglio

Ore 11.30 – Brindisi per la vittoria referendaria
Ore 12.00 – Introduzione
Ore 12.30 – 13.30 – Pausa pranzo
Ore 13.30 – 19.30 – Discussione in plenaria:

  • Bilancio campagna referendaria
  • Iniziative nazionali e territoriali per l’attuazione del risultato referendario e la ripubblicizzazione del servizio idrico integrato

Ore 20.30 – Cena e festa

Domenica 3 luglio

Ore 09.30 – 14.00 – Prosieguo discussione in plenaria e conclusioni

Tags:
0

Festa ai cobas Salerno

La straordinaria vittoria dei referendum reclama una festa
e la meritiamo
per il coraggio che abbiamo avuto quando abbiamo cominciato quest’avventura
per l’impegno costante e coerente di tutti e tutte
per tutte le difficoltà superate brillantemente e per tutte le altre che ci attendono.

FACCIAMO FESTA !!!

VI ASPETTIAMO LUNEDI’ 20 GIUGNO DALLE ORE 19.00

SEDE COBAS SALERNO via Rocco Cocchia 6

PS:  estendere l’invito – stiamo già provvendendo alla cena, ma chi vuole può portare qualcosa a piacere.

0

Anche Cava dice Si ai referendum

CAVA DE’ TIRRENI 8,99 25,99 42,57 61,08

Grande risultato anche a Cava de’ Tirreni dove il 61.08 a rifiutato le politiche neoliberiste dettate dall’alto. Nonostante lo stesso sito del comune di Cava de’ Tirreni non portasse nessun accenno sulla consultazione referendaria, i cittadin* cavesi hanno deciso di andare a votare chiedendo con forza (il 97.75 al quesito sui servizi pubblici locali, il 98.12 sulla tariffa al servizio idrico, 96.41 sul nucleare, 96.38 sul legittimo impedimento) che il Si vincesse a questa consultazione referendaria.

Inoltre grande risposta è stata data anche nell’agro-nocerino sarnese dove già da tempo si è cercato di privatizzare l’acqua. I/le cittadin* ancora una volta hanno fermato che si speculasse sulla loro vita.

Adesso chiediamo che gli altri beni comuni come sanità, trasporti, istruzione rimangano pubblici

di seguito riportiamo l’affluenza a Cava ed in provincia di Salerno.

SALERNO definitivo 8,61 22,62 36,78 54,92
ACERNO 6,81 22,07 34,71 53,29
AGROPOLI 8,63 20,94 32,35 48,51
ALBANELLA 7,91 21,88 34,52 52,27
ALFANO 6,86 20,69 29,73 46,73
ALTAVILLA SILENTINA 6,06 16,38 29,65 49,31
AMALFI 6,78 18,21 29,95 53,05
ANGRI 9,35 23,35 38,53 58,43
AQUARA 5,54 20,31 35,23 55,99
ASCEA 6,21 16,68 27,22 42,25
ATENA LUCANA 5,40 19,98 33,33 45,86
ATRANI 13,14 27,72 41,13 60,70
AULETTA 6,77 17,52 26,16 40,17
BARONISSI 11,53 28,15 45,94 63,64
BATTIPAGLIA 9,03 21,48 35,42 54,29
BELLIZZI 9,09 22,25 35,99 53,03
BELLOSGUARDO 8,41 22,44 38,56 56,10
BRACIGLIANO 5,65 23,84 35,20 52,76
BUCCINO 8,09 20,63 34,34 50,80
BUONABITACOLO 9,18 25,00 31,14 53,82
CAGGIANO 5,68 19,80 32,76 51,36
CALVANICO 8,16 24,74 44,36 63,88
CAMEROTA 4,17 12,60 20,16 33,24
CAMPAGNA 6,34 18,46 30,73 48,54
CAMPORA 10,77 28,89 36,23 51,14
CANNALONGA 5,20 22,08 32,80 52,01
CAPACCIO 7,43 20,26 31,59 48,89
CASALBUONO 5,81 21,54 31,36 47,59
CASALETTO SPARTANO 7,05 17,46 24,75 35,65
CASAL VELINO 7,17 19,98 29,15 44,64
CASELLE IN PITTARI 6,94 17,45 31,76 51,08
CASTELCIVITA 6,53 21,44 29,07 45,49
CASTELLABATE 5,43 15,61 24,93 44,74
CASTELNUOVO CILENTO 7,68 18,45 28,74 46,66
CASTELNUOVO DI CONZA 10,09 24,14 29,90 41,98
CASTEL SAN GIORGIO 9,29 24,63 43,63 62,60
CASTEL SAN LORENZO 5,41 19,69 34,42 57,57
CASTIGLIONE DEL GENOVESI 6,49 26,74 44,96 65,60
CAVA DE’ TIRRENI 8,99 25,99 42,57 61,08
CELLE DI BULGHERIA 8,10 20,35 33,91 49,81
CENTOLA 4,69 14,87 26,32 43,60
CERASO 5,56 19,61 36,01 54,12
CETARA 5,54 14,76 25,07 43,41
CICERALE 5,87 17,15 29,00 42,84
COLLIANO 4,67 10,88 19,17 29,63
CONCA DEI MARINI 7,40 18,85 32,99 49,66
CONTRONE 8,80 25,20 39,20 56,80
CONTURSI TERME 6,91 17,46 31,00 52,09
CORBARA 5,65 18,80 37,21 56,25
CORLETO MONFORTE 2,59 14,16 24,35 49,91
CUCCARO VETERE 4,92 17,45 27,31 57,08
EBOLI 8,54 20,61 32,21 47,93
FELITTO 6,27 21,32 34,76 56,27
FISCIANO 9,20 26,91 46,04 65,08
FURORE 6,48 20,06 31,17 47,53
FUTANI 5,65 20,95 33,04 48,83
GIFFONI SEI CASALI 8,85 22,13 35,90 53,03
GIFFONI VALLE PIANA 7,21 22,48 36,56 55,02
GIOI 5,77 23,02 40,27 52,67
GIUNGANO 6,75 24,53 39,39 55,09
ISPANI 6,21 17,11 25,20 41,38
LAUREANA CILENTO 5,50 20,02 28,60 42,58
LAURINO 5,78 19,83 28,85 46,07
LAURITO 6,00 21,14 32,57 50,85
LAVIANO 6,17 17,03 30,78 46,91
LUSTRA 5,53 21,92 34,33 48,94
MAGLIANO VETERE 11,31 27,75 40,00 52,71
MAIORI 8,36 21,56 34,70 53,27
MERCATO SAN SEVERINO 9,96 25,72 41,65 58,69
MINORI 11,47 26,43 41,06 62,42
MOIO DELLA CIVITELLA 4,25 20,35 36,94 54,47
MONTANO ANTILIA 3,93 16,78 27,04 41,70
MONTECORICE 7,32 19,91 29,77 46,81
MONTECORVINO PUGLIANO 8,76 22,52 34,80 52,41
MONTECORVINO ROVELLA 5,78 19,06 31,12 47,11
MONTEFORTE CILENTO 6,77 20,12 31,35 45,76
MONTE SAN GIACOMO 7,66 25,71 38,09 56,00
MONTESANO SULLA MARCELLANA 4,13 15,72 25,32 40,26
MORIGERATI 5,85 16,77 27,05 42,72
NOCERA INFERIORE 11,21 25,64 43,10 66,03
NOCERA SUPERIORE 9,98 26,22 44,58 64,63
NOVI VELIA 6,29 19,59 30,51 47,68
OGLIASTRO CILENTO 8,59 24,89 39,15 57,18
OLEVANO SUL TUSCIANO 7,46 22,09 36,97 54,91
OLIVETO CITRA 7,08 18,06 30,14 46,70
OMIGNANO 6,34 19,48 32,16 46,06
ORRIA 6,63 22,07 32,17 50,00
OTTATI 7,23 20,73 30,22 46,94
PADULA 6,52 19,83 30,84 43,09
PAGANI 8,60 22,78 37,34 55,05
PALOMONTE 6,03 14,79 27,64 44,27
PELLEZZANO 11,61 26,87 42,15 61,18
PERDIFUMO 6,14 18,49 31,90 48,13
PERITO 8,61 29,27 41,44 58,44
PERTOSA 5,74 23,33 37,70 52,24
PETINA 5,85 22,57 37,19 50,57
PIAGGINE 6,53 22,15 33,86 47,64
PISCIOTTA 6,88 18,36 32,31 48,60
POLLA 5,96 19,52 27,44 44,93
POLLICA 7,58 18,79 27,56 44,96
PONTECAGNANO FAIANO 10,53 25,26 39,23 56,90
POSITANO 7,88 18,35 27,34 45,66
POSTIGLIONE 5,91 18,60 28,76 44,24
PRAIANO 7,33 19,13 32,27 54,46
PRIGNANO CILENTO 9,75 22,94 30,92 49,93
RAVELLO 8,94 18,92 30,95 48,45
RICIGLIANO 5,24 17,06 25,73 42,61
ROCCADASPIDE 6,35 18,53 30,21 50,76
ROCCAGLORIOSA 4,05 14,72 21,80 35,17
ROCCAPIEMONTE 11,31 28,38 46,61 67,52
ROFRANO 5,40 17,32 26,08 39,50
ROMAGNANO AL MONTE 6,30 14,51 18,29 38,17
ROSCIGNO 7,66 21,61 31,73 43,50
RUTINO 7,90 20,55 34,25 52,70
SACCO 7,84 24,74 39,43 54,52
SALA CONSILINA 6,15 19,45 29,16 44,81
SALENTO 8,00 24,29 36,11 51,70
SALERNO 10,28 24,93 40,74 59,86
SALVITELLE 5,55 29,31 37,35 53,63
SAN CIPRIANO PICENTINO 10,15 25,15 38,55 59,09
SAN GIOVANNI A PIRO 7,04 21,89 32,19 46,16
SAN GREGORIO MAGNO 5,31 14,05 22,38 39,67
SAN MANGO PIEMONTE 11,47 26,94 40,09 60,00
SAN MARZANO SUL SARNO 7,65 18,99 33,90 52,27
SAN MAURO CILENTO 11,59 28,30 36,78 53,24
SAN MAURO LA BRUCA 6,64 21,36 33,75 56,73
SAN PIETRO AL TANAGRO 6,62 23,10 33,84 50,33
SAN RUFO 6,62 16,45 22,43 39,24
SANTA MARINA 7,78 19,63 27,91 47,01
SANT’ANGELO A FASANELLA 9,14 24,54 35,82 52,43
SANT’ARSENIO 11,04 30,23 42,40 58,53
SANT’EGIDIO DEL MONTE ALBINO 7,80 20,97 35,58 54,70
SANTOMENNA 5,50 15,07 24,40 35,88
SAN VALENTINO TORIO 8,33 21,64 38,41 59,05
SANZA 6,17 20,18 32,76 45,69
SAPRI 9,53 23,81 36,49 52,85
SARNO 8,83 23,07 42,90 61,75
SASSANO 5,11 16,80 24,53 35,52
SCAFATI 9,16 23,92 37,80 56,25
SCALA 8,02 19,69 35,02 53,77
SERRAMEZZANA 3,35 20,13 30,87 47,31
SERRE 9,48 16,56 35,57 52,48
SESSA CILENTO 7,54 22,37 36,01 53,13
SIANO 9,38 27,06 49,54 68,55
SICIGNANO DEGLI ALBURNI 7,57 21,04 34,19 50,61
STELLA CILENTO 10,64 28,24 37,96 55,24
STIO 5,88 17,04 25,18 38,97
TEGGIANO 5,26 19,71 28,79 41,46
TORCHIARA 9,43 27,04 36,47 52,27
TORRACA 8,72 23,54 35,56 48,44
TORRE ORSAIA 8,57 22,38 33,17 48,20
TORTORELLA 4,32 18,10 28,39 40,53
TRAMONTI 5,73 19,05 33,61 49,29
TRENTINARA 8,75 27,82 41,13 59,70
VALLE DELL’ANGELO 12,50 36,71 48,82 66,01
VALLO DELLA LUCANIA 10,22 23,36 35,90 55,38
VALVA 6,14 14,11 24,64 38,41
VIBONATI 8,23 20,70 29,12 46,29
VIETRI SUL MARE 9,90 26,53 41,36 61,00
CAVA DE’ TIRRENI 8,99 25,99 42,57
Tags:
0

Avviso per i fuori sede che vogliono votare in provincia di Salerno

Giovedi dalle 9,30 alle13,00 e dalle 17,00 alle 20,00 e venerdi 9,30 13,00 e possibile ritirare le deleghe x i rapp. di lista. c/o USB via Centola 6 Sa tel. 089712543 oppure 3283778173.

Tags:
0

Concerto in p.zza Duomo per i referendum

Venerdì 10 maggio ore 18.00 chiusura della campagna referendaria con concerto di Band emergenti del Collettivo Autogestito Musicisti (Cam). Diversi saranno gli interventi dal palco per ribadire di andare a votare 4 si il 12 e il 13 giugno per i referendum.

Tags:
0

Giovedì fiaccolata per i Si al referendum

Fiaccolata per i Sì ai referendum: giovedì 9 giugno alle ore 19.30. Partenza da piazza Amabile (ex piazza Lentini) a Cava de’Tirreni.
I quattro quesiti proposti riguardano: la privatizzazione dell’acqua con i primi due (si vota SI se non si è d’accordo, si vota NO se si è favoreli), la produzione di energia nucleare (si vota SI se non si è d’accordo, si vota NO se si è favoreli), mantenimento del legittimo impedimento del presidente del Consiglio dei ministri e dei ministri (si vota SI se non si è d’accordo, si vota NO se si è favoreli).

a) referendum popolare n. 1
Modalità di affidamento e gestione dei servizi pubblici di rilevanza economica. Abrogazione;

b) referendum popolare n. 2
Determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all’adeguata remunerazione del capitale investito. Abrogazione parziale di norma;

c) referendum popolare n. 3
Nuove centrali per la produzione di energia nucleare. Abrogazione parziale di norme;

d) referendum popolare n. 4
Abrogazione di norme della legge 7 aprile 2010, n. 51, in materia di legittimo impedimento del presidente del Consiglio dei ministri e dei ministri a comparire in udienza penale, quale risultante a seguito della sentenza n. 23 del 2011 della Corte Costituzionale.

Tags:
0

Iniziative nella provincia di Salerno per i referendum

Ecco alcune iniziative in provincia di Salerno a favore dei referendum. Inoltre vogliamo ricoradare a tutt* che ogni sabato e domenica a Cava de’ tirreni sarà presente il banchetto informativo sui referendum, inoltre presto sarà attivato il porta a porta in tutta la città chiunque volesse aggregarsi può rivolgersi ai banchetti in piazza duomo il sabato e la domenica. Infine ricordiamo il 10 giugno concerto in piazza Duomo con gruppi emergenti cavesi in favore del referendum.

- Venerdì 27 maggio Incontro al Meic in R. Guarna, Salerno, ore 18.30 -

Sabato 28 maggio volantinaggio nei pressi dei supermercati della zona orientale (per partecipare vedi gruppo facebook Comitato acqua pubblica per Salerno) -

Domenica 29 Maggio partecipazione alla presentazione del libro “Il cantante di blues” presso il caffè libreria Verdi di Salerno, ore 18.00 -

Domenica 29 Maggio intervento al Meeting del Mare di Marina di Camerota dove già da venerdì 27 sarà presente un banchetto informativo a cura del Laboratorio 31, rete di associazioni cilentane -

Lunedì 30 intervento al direttivo della FP CGIL al Polo Nautico di Salerno, ore 10.30 -

Lunedì 30 incontri sui Referendum alla parrocchia del Volto Santo di Salerno e ai Salesiani di San Giovanni Bosco, entrambe alle ore 19.30 -

Giovedì 2 Giugno proiezione film in Piazza Cavour, Salerno ore 21.00 -

Venerdì 3 Giugno partecipazione ad un incontro organizzato da alcune associazioni di Scafati ore 19.30 -

Sabato 4 Giugno volantinaggio ai mercati rionali di Salerno -

Sabato 4 Giugno Incontro al Salone Morelli del Comune di Amalfi alle ore 18.30 -

Sabato 4 Giugno Comizio in Piazza Portanova, Salerno ore 20.00 -

Domenica 5 giugno al Parco del Mercatello ore 10.30 “Acqua madre della vita” Animazione e giochi per i più piccoli – Domenica 5 Giugno incontro presso la parrocchia dell’Immacolata in Piazza San Francesco d’Assisi in Salerno ore 17.30 -

Lunedì 6 Giugno iniziativa a cura della CGIL a Salerno ore 18.00 -

Martedì 7 e Mercoledì 8 Giugno “Gli artisti per l’Acqua” animeranno 2 serate di canti, danze e teatro in piazza Cavour a Salerno dalle 19.00 alle 24.00 -

Giovedì 9 Giugno Il centro sociale autogestito Asilo Politico organizza, a sostegno dei referendum, concerto degli “Assalti Frontali” presso la sede del centro in via Carlo Giuliani, 1, ore 21.00. Precederà dibattito sui referendum – Venerdì 10 Giugno concerto di musica classica a cura dell’associazione “Musicanten” di Minori presso la parrocchia del Volto Santo di Salerno ore 20.00 -

Venerdì 10 Giugno il comitato civico Acqua Bene Pubblico di capaccio-Paestum chiude la campagna referendaria con lo spettacolo-concerto “Goccia di Vita”, Piazza Basilica di Paestum, ore 19.00.

0

Mailbombing per l’acqua

2si acqua pubblicaGiù le mani dai referendum per l’acqua!

Il 26, 27 e 28 Aprile, scrivi anche tu ai Parlamentari

Il Governo nei prossimi giorni ha intenzione di provare a fare una “leggina” sull’acqua e il servizio idrico, che, sebbene non potrà bloccare la consultazione referendaria, contribuirà certamente a creare confusione: la strategia sarà quella di creare una cortina fumogena, di confondere le acque e i cittadini e poter dire che non c’è più bisogno dei referendum.

E’ in corso un pericoloso attacco alla partecipazione democratica in questo paese, si sta cercando d’impedire al popolo italiano di decidere su temi importanti come quelli sottoposti ai quesiti referendari.

Noi non ci stiamo!

 

Per questo sollecitiamo tutte/i ad inviare

il 26, 27 e 28 Aprile a tutte/i le/i Parlamentari la lettera che trovate di seguito

 

P.S.: è importante effettuare l’invio delle mail in modo coordinato, concentrandosi tutte/i nei giorni di martedì 26, mercoledì 27 e giovedì 28 Aprile.

Di seguito trovate il testo da inviare e in allegato l’elenco degli indirizzi e-mail delle/dei Parlamentari.

IMPORTANTE:

PER EVITARE DI VEDERSI BLOCCATA LA PROPRIA CASELLA DI POSTA (CHE AL MASSIMO PUÒ INVIARE MAIL A CIRCA 500 DESTINATARI OGNI 24 ORE), SCEGLIETE SOLO UNO DEI GRUPPI DI INDIRIZZO IN ALLEGATO, GLI ALTRI LI INVIERETE UNO AD UNO NEI GIORNI SUCCESSIVI.

PER FARE IN MODO CHE OGNI GIORNO SIANO COINVOLTI TUTT* LE/I PARLAMENTARI, SCEGLIAMO I GRUPPI A CASO E NON TUTT* IL PRIMO

 

 

Testo della mail da inviare:

 

Oggetto: giù le mani dai referendum per l’acqua!

 

Gentile Parlamentare,

è in corso un pericoloso attacco alla partecipazione democratica in questo paese, si sta cercando d’impedire al popolo italiano di decidere su temi importanti come quelli sottoposti ai quesiti referendari.

Noi non ci stiamo!

Come avrà avuto modo di apprendere, le dichiarazioni del Ministro Romani sull’intenzione di effettuare un “approfondimento legislativo” sulla normativa che regola la gestione del servizio idrico oggetto dei prossimi referendum del 12 e 13 giugno e quelle del Sottosegretario S. Saglia che propone di istituire un’Autorità terza e indipendente hanno suscitato grande attenzione e grande preoccupazione da parte di tutti quei cittadini e quelle cittadine che hanno a cuore la democrazia nel nostro Paese, così come la soluzione legislativa approvata dal Parlamento in tema di energia nucleare che non risponde all’intento dei promotori del referendum finalizzato a decidere l’uscita in modo definitivo da tale fonte di energia.

Come certamente saprà, i due quesiti per la ripubblicizzazione dell’acqua sono stati promossi grazie ad una straordinaria partecipazione popolare, che ha portato alla raccolta di oltre un milione e quattrocentomila firme, a dimostrazione della volontà dei cittadini e delle cittadine italiani di esprimersi in modo diretto sulla gestione del servizio idrico.

Sarà certamente concorde con quei cittadini e quelle cittadine sul fatto che degli affrettati interventi legislativi sulle norme oggetto della consultazione referendaria, a meno di due mesi dalla stessa, abbiano più il sapore di uno scippo di democrazia che di un “approfondimento legislativo”.

La invitiamo quindi ad agire, nel corso della Sua attività istituzionale, in modo da garantire l’espressione democratica, così come il Suo ruolo richiede, rifiutandosi di appoggiare qualunque provvedimento legislativo che possa inficiare il percorso verso la consultazione referendaria, che dovrebbe essere caratterizzato da un sereno confronto politico sul merito dei quesiti referendari, senza scappatoie di nessun genere.

A questo proposito sottolineiamo anche la gravità della situazione di stallo in cui si trova l’approvazione del regolamento in materia di comunicazione politica presso la Commissione di Vigilanza RAI, il cui ritardo, di fatto, impedisce alla maggior parte dei cittadini e delle cittadine italiani di accedere ad una corretta informazione sui referendum di giugno, come invece la Legge prevede.

E’ evidente come questi elementi pongano una questione di rispetto della democrazia, di fronte alla quale, qualunque sia la posizione personale sui quesiti referendari in oggetto, Lei, come cittadino e come Parlamentare, non può rimanere indifferente.

Non permetteremo che i cittadini siano calpestati, faremo il necessario affinchè i referendum rimangano quello strumento garantito dalla Costituzione che permette la partecipazione attiva da parte dei cittadini alla vita politica del proprio paese.

Perchè si scrive acqua ma si legge democrazia!

Cordiali Saluti

(Firma del Comitato o firma del singolo cittadino aderente alla Campagna Referendaria 2 SI’ per l’Acqua Bene Comune)

Read the rest of this entry »

Tags:
Pagina 1 di 212